mercoledì 18 gennaio 2017

Messaggio della sera

Mentre diversi nostri connazionali sopravvivono in condizioni estreme, tra terremoti e tormente di neve, dall'Unione Europea ci chiedono di trovare 3,4 miliardi di euro per rispettare i parametri di bilancio.
L'Italia non può spendere per ricostruire le zone colpite dal sisma, non può ripristinare la viabilità, non può ridare un tetto a coloro che ne sono rimasti sprovvisti, anzi deve addirittura fare nuovi tagli o aumentare il prelievo fiscale, il tutto a causa di qualche folle trattato.

Capiamo adesso il motivo per cui dovremmo andarcene dall'UE e dalla moneta unica?
Tornare padroni in casa nostra è l'unica possibilità per uscirne vivi.

PS: sarebbe opportuno, prima di salutare tutti, farci pure restituire gli oltre 72 miliardi di euro trasferiti al bilancio comunitario dal 2000 ad oggi e mai tornati indietro (la differenza tra versato e ottenuto).

lunedì 16 gennaio 2017

Lettera a Libertà

La mia ultima lettera pubblicata su Libertà: si parla dei recenti episodi di micro-criminalità e delle conseguenti riflessioni in merito.


sabato 7 gennaio 2017

Lettera a Libertà

L'edizione odierna di Libertà pubblica una mia lettera.
Si parla di Provincia ed elezioni, con un appunto finale sul comportamento di alcuni amministratori piacentini un po' deficitari di coerenza.